Honda pianifica l’espansione della fabbrica in Cina per produrre 120.000 veicoli elettrici in più

2022 Honda Civic Hatchback
2022 Honda Civic Hatchback
Ti piace questo articolo? Condividilo!

L’investimento di $ 462 milioni a Guangzhou aumenterà la capacità cinese della casa automobilistica del 10%

Honda prevede di aumentare la sua capacità di costruire auto elettriche e altri cosiddetti veicoli di nuova energia in Cina, come riporta Nikkei, poiché la casa automobilistica giapponese mira a raggiungere i rivali in questo segmento del più grande mercato automobilistico del mondo. Honda investirà circa 3 miliardi di yuan (462 milioni di dollari) attraverso una joint venture per espandere una fabbrica esistente nella città meridionale di Guangzhou.

L’azienda punta forte sulla mobilità elettrica

La mossa di Honda, che ha visto crescere le sue vendite cinesi negli ultimi anni, si aggiunge alla crescente concorrenza nei veicoli a nuova energia, un segmento spinto dal governo cinese. Sia i marchi stranieri che quelli nazionali si contendono quote di mercato. I piani, che sono stati rivelati in una domanda di offerta presentata da Guangqi Honda Automobile al governo municipale, richiedono una capacità produttiva annua aggiuntiva di 120.000 veicoli per entrare in funzione già nel febbraio 2024.

L’ampliamento della fabbrica di Guangzhou

Con una superficie di circa 186.000 metri quadrati, l’ampliamento dello stabilimento è previsto per la costruzione da ottobre. La capacità aggiuntiva dovrebbe essere dedicata ai veicoli a nuova energia, ma non sono stati resi noti modelli di produzione specifici. I nuovi veicoli energetici comprendono auto elettriche a batteria, ibridi plug-in ed elettrici a celle a combustibile. Si prevede che il nuovo impianto di produzione di Guangzhou aumenterà la capacità di produzione automobilistica annuale di Honda in Cina a 1,61 milioni di veicoli, circa il 10% in più rispetto al livello attuale.

Honda produce in Cina circa 770mila veicoli all’anno

Guangqi Honda ha quattro stabilimenti a Guangzhou nella provincia del Guangdong e una capacità produttiva di 770.000 veicoli all’anno. Dongfeng Honda Automobile, un’altra joint venture Honda, gestisce tre stabilimenti a Wuhan, nella provincia di Hubei, con una capacità produttiva annua di 720.000 auto. Honda ha registrato due anni consecutivi di vendite record di auto nuove in Cina. Per un totale di circa 1,63 milioni di veicoli nel 2020, con un aumento del 5% rispetto all’anno precedente. Le vendite totali da gennaio a luglio di quest’anno sono aumentate del 20% a circa 890.000 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ma le vendite sono rallentate per tre mesi consecutivi fino a luglio, scendendo al di sotto del livello dell’anno precedente.

La concorrenza dei marchi cinesi è sempre più intensa

La concorrenza dei marchi cinesi si sta intensificando mentre si concentrano sulla vendita di veicoli di nuova energia, ed è aggravata dalla carenza di semiconduttori. Honda ha ampliato le vendite di veicoli ibridi plug-in. E ha annunciato ad Auto Shanghai ad aprile che avrebbe introdotto in Cina 10 nuovi modelli di veicoli elettrici con il proprio marchio entro cinque anni. Ad oggi, l’azienda ha venduto tali auto solo con i suoi marchi di joint-venture. Al salone dell’auto di aprile ha presentato un prototipo del primo SUV elettrico a marchio proprio di Honda in Cina, che sarà in vendita nella primavera del 2022.

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Honda CR-V 2022: SUV ibrido reinventato, tutte le novità

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading...