Cos’è Clubhouse: va bene per aziende e marketer?

Clubhouse
Clubhouse

Nel 2020, potresti aver sentito i tuoi influencer preferiti parlare di una misteriosa nuova app di social media chiamata Clubhouse. Fino a pochi mesi fa, Clubhouse era una piattaforma in cui celebrità di grandi nomi, leader aziendali, investitori della Silicon Valley e alcuni dei principali influencer globali del web potevano avere chat di gruppo audio senza censure sulle loro vite, hobby, lavoro o industrie. Ora, mentre la Clubhouse solo su invito continua a ottenere la copertura dei media e un numero crescente di utenti non celebrità, potresti chiederti: “Che diavolo è? E come entro in azione?”. Di seguito spiego da dove proviene Clubhouse, che cos’è in realtà e i pro e i contro del suo utilizzo nella tua strategia di marketing.

Cos’è la Clubhouse?

Clubhouse è un’app di social media solo su invito che consente agli utenti di avviare o accedere a “Stanze” o chat room solo audio con amici, follower o il pubblico in generale. Per partecipare all’app, gli utenti devono disporre di un iPhone e ricevere un invito da un membro della Clubhouse. L’app è stata lanciata nel marzo 2020 da Paul Davison, che in precedenza ha lavorato per aziende come Pinterest e Google, e Rohan Seth, ex ingegnere di Google. Secondo un post di Davison e Seth, Clubhouse è stato creato dopo una manciata di esperimenti di app sui social media. “Dopo molte iterazioni nello spazio audio, abbiamo lanciato Clubhouse nel marzo dello scorso anno”, hanno scrittoil nostro obiettivo era creare un’esperienza sociale che fosse più umana, dove invece di postare, potevi riunirti con altre persone e parlare. La nostra stella polare era creare qualcosa in cui poter chiudere l’app alla fine della sessione sentendoti meglio”

Inizialmente, Clubhouse è stato commercializzato per influencer di alto livello, celebrità, investitori della Silicon Valley e leader di pensiero, ma recentemente è stato aperto al pubblico. Alcuni dei primi utenti di alto profilo dell’app includono Elon Musk e Oprah Winfrey. All’inizio, questi importanti utenti sono stati ascoltati chattare in Rooms in relazione ai loro interessi, hobby, cause o settori. Nonostante l’esclusività di Clubhouse, è stata valutata 100 milioni di dollari e ha ricevuto un investimento di 12 milioni da Andreessen Horowitz entro un anno dal suo lancio. Più di recente, Clubhouse ha iniziato a dare accesso a un pool più ampio di utenti consentendo a ogni nuovo membro di invitare due amici propri. Ciò ha portato la base di utenti a passare da 600.000 utenti attivi  a dicembre 2020 a oltre 10 milioni oggi. 

Perché la maggior parte di noi sta ancora imparando a conoscere la Clubhouse

Hai appena sentito parlare di Clubhouse adesso? Non sei il solo. Come accennato, Clubhouse era inizialmente destinato ad una élite. Per un po’ di tempo, questi tipi di utenti erano gli unici che potevano inviare e ricevere inviti dalla Clubhouse. Oltre alla natura solo su invito dell’app, è oltretutto disponibile solo per utenti iPhone. Ora che l’app è diventata più accessibile agli utenti, sta acquisendo maggiore consapevolezza online e attraverso i media. In questo momento, i professionisti del marketing stanno anche iniziando a chiedersi se e come potrebbero utilizzare Clubhouse – o qualcosa di simile – nella loro strategia. In effetti, molti professionisti, leader aziendali e membri senza scopo di lucro possono già essere ascoltati mentre parlano in Rooms che discutono di un argomento correlato al loro marchio, settore o missione. Ad esempio, una recente stanza in cui sono entrato presentava un gruppo di avvocati che miravano a offrire un’istruzione sulla protezione dei brevetti. Sebbene questo contenuto fosse intrigante per gli ascoltatori, avrebbe anche potuto portare più consapevolezza allo studio di ogni avvocato. 

Oltre ai professionisti del marketing, anche le principali società di social media stanno cercando di trarre vantaggio dalle tendenze dei social media audio di Clubhouse. Poco dopo che il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha parlato in una Clubhouse Room, il New York Times ha riferito che la sua società di social media stava presumibilmente costruendo una piattaforma audio simile. Nel frattempo, Twitter ha appena iniziato a distribuire Twitter Spaces, una funzionalità audio drop-in con la sua app, a un piccolo gruppo di beta tester. Al momento, Clubhouse sembra un modo promettente per fare rete e costruire una comunità online, e il suo formato social audio è già stato adottato dai concorrenti. Tuttavia, in un momento in cui vediamo una manciata di nuove piattaforme online ogni anno, Clubhouse è davvero un punto di svolta nello spazio dei social media? O è solo un’altra app troppo pubblicizzata su cui non dovresti sprecare i tuoi sforzi di marketing?

Come funziona la Clubhouse

Quando si accede alla Clubhouse, gli utenti troveranno una homepage che evidenzia le stanze in corso relative ai loro interessi o follower. Troveranno anche le icone di ricerca, posta in arrivo dei messaggi, calendario e notifica nella barra di navigazione superiore. Quando si tocca la scheda di ricerca o “Esplora”, gli utenti possono scorrere un feed di stanze, club o persone suggerite da seguire. Possono anche utilizzare la barra di ricerca per trovare individui o club specifici. Tuttavia, non sembra che gli utenti possano ancora cercare stanze specifiche. Se gli utenti non possono partecipare a una stanza mentre navigano nell’app Clubhouse, ma desiderano accedervi in un secondo momento, possono toccare l’icona del calendario per vedere o creare le loro stanze pianificate. 

Le Room

Entrare in una stanza virtuale è essenzialmente come partecipare a un webinar o a una riunione Zoom senza video e con un pubblico parzialmente disattivato. I partecipanti, che possono entrare o uscire da una stanza virtuale in qualsiasi momento, entrano (o effettuano il drop-in) come ascoltatori disattivati automaticamente. Se desiderano parlare o porre domande, possono toccare l’icona “Alza la mano” nell’angolo inferiore destro della pagina della stanza. I moderatori della sala riceveranno quindi una notifica della richiesta di aumento della mano e potranno ignorarla o riattivare il partecipante. 

Visivamente, i partecipanti della sala possono vedere solo le foto del profilo e i nomi dei partecipanti attuali, con moderatori e oratori che appaiono nella parte superiore dello schermo. Gli utenti e i moderatori possono anche aggiungere le persone che seguono a una stanza virtuale toccando il pulsante “+” nella barra di navigazione inferiore. Ciò fornisce ai loro amici una notifica che sono stati invitati a una stanza virtuale e consente loro di aprire l’app e di accedervi direttamente. 

Avvio di una stanza

Nella parte inferiore della home page, gli utenti possono anche toccare “Avvia una stanza virtuale” per avviare una chat “chiusa” aperta solo a persone specifiche, una chat “social” aperta a tutti i seguaci di un utente o una chat “aperta” che chiunque su Clubhouse può entrare. Gli utenti possono anche toccare l’icona a nove punti nella navigazione inferiore della home page per avere una chat audio privata con follower specifici che sono online.

Club e networking

Oltre a creare stanze virtuali, gli utenti possono anche seguire i profili individuali di amici, influencer o leader di pensiero nel loro settore. Possono anche partecipare o creare club, ovvero gruppi di utenti interessati ad argomenti, hobby o settori specifici. Dai un’occhiata ad alcuni dei club che sono apparsi quando ho cercato “marketing in crescita”. Una volta che gli utenti si iscrivono a un club, possono ricevere una notifica se il manager di un club avvia una stanza correlata al suo argomento principale. Ad esempio, se dovessi unirmi a uno dei club di marketing per la crescita mostrati sopra, verrei immediatamente informato se ospitano una stanza su una tattica di marketing per la crescita. 

Vantaggi dell’utilizzo di Clubhouse

  1. Clubhouse potrebbe aiutare i marchi a creare fiducia e comunità. Clubhouse offre molte opportunità per entrare in contatto con celebrità, una vasta gamma di persone in diversi settori e persino amici intimi. Apre la porta a conversazioni dal vivo consentendo alle persone di essere vulnerabili all’interno di uno spazio comunitario. Questo tipo di connessione è unico per fornire contenuti audio con piccoli o grandi gruppi di persone. Il suo contenuto senza script di cui chiunque può far parte. 
  2. Il contenuto dell’app è in continua evoluzione. Mentre l’app inizialmente ospitava conversazioni relative a intrattenimento, affari e tecnologia a causa del suo pubblico di destinazione iniziale, il contenuto audio sulla piattaforma si è ampliato ed evoluto. Ad esempio, invece di ospitare una chat o una discussione, un gruppo di artisti neri ha ospitato una produzione solo audio di “Il re leone” della Disney. 
  3. L’app è pronta per la leadership di pensiero. La base di utenti di Clubhouse è stata costruita attorno a influencer e leader di pensiero. Ciò significa che è probabile che gli utenti accedano all’app per ascoltare gli ultimi suggerimenti, informazioni esclusive o discussioni direttamente dagli esperti del settore. 
  4. Il pubblico desidera comunità online e contenuti audio. Nell’ultimo anno, le persone che erano bloccate a casa si sono rivolte a Webinar, eventi virtuali e altre esperienze online per saperne di più sui loro interessi, ascoltare gli altri nel loro settore o semplicemente provare un senso di connessione con le persone al di fuori delle loro famiglie. 

I Contro dell’utilizzo di Clubhouse 

  1. L’app ha ancora un pubblico limitato. In definitiva, uno dei più grandi difetti di marketing del marchio di Clubhouse è anche ciò che lo rende così intrigante: l’esclusività.
  2. Clubhouse potrebbe avere una forte concorrenza tra app audio. Facebook e Twitter potrebbero essere solo le prime piattaforme a creare un’esperienza audio simile. E, mentre questo suggerisce che i creatori di Clubhouse sono incappati in una piattaforma che molti utenti di social media desiderano, la competizione di grandi nomi potrebbe anche porre preoccupazioni sul futuro della piattaforma.
  3. Clubhouse può sembrare un “podcast inedito”. Sebbene le stanze virtuali siano attive e prive di script, avere un piano di gioco ti aiuterà a moderare una conversazione efficace e di qualità superiore rispetto a quella che gli utenti potrebbero trovare in altre stanze. 
  4. I marchi potrebbero essere troppo vulnerabili. Da un anno dal suo lancio, la natura live di Clubhouse ha già portato a controversie relative al marchio. Ad esempio, a febbraio, Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, è entrato in una stanza con Vlad Tenev, CEO di Robinhood Markets, e ha alzato la mano. Quando è stato invitato a parlare dai moderatori della Room, Musk ha iniziato a interrogare intensamente Tenev e gli ha chiesto di spiegare perché la sua società di trading di azioni ha impedito ai suoi utenti di acquistare e vendere GameStop e altri titoli manipolati. Mentre il CEO di Robinhood è rimasto calmo e raccolto durante la chat, alcuni marchi potrebbero non avere oratori ben addestrati che avrebbero reagito con calma o professionalità a questo scenario sorprendente.
Loading...
  • Share on Tumblr

Be the first to comment on "Cos’è Clubhouse: va bene per aziende e marketer?"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.