La Seat Leon è la macchina più connessa disponibile in commercio

Seat Leon
Seat Leon

Seat ha aggiunto funzionalità avanzate di connettività e propulsori ibridi a risparmio di carburante alla sua ultima generazione del suo modello più venduto la Seat Leon.

La quarta generazione di Leon è la prima vettura completamente connessa del marchio e il suo prodotto più innovativo fino ad oggi.

La Seat Leon avrà un’app che consente ai proprietari di accedere in remoto ai dati sulla propria auto.

Ad esempio, possono impostare avvisi di velocità per essere avvisati se qualcuno che utilizza l’auto guida troppo velocemente.

Ha anche il riconoscimento vocale, la connettività Apple Car Play o Android Auto e una scheda SIM integrata.

Il numero di servizi in auto e online aumenterà durante la vita del veicolo man mano che l’ecosistema digitale si espande.

La Leon offrirà propulsori ibridi e plug-in delicati, insieme a motori a benzina, diesel e a gas naturale compresso.

L’opzione ibrida delicata ha un generatore di avviamento da 48 volt offerto con 1,0 litri da 108 CV e con motori a benzina da 1,5 litri da 148 CV.

L’ibrido plug-in ha un motore a benzina da 1,4 litri combinato con un motore elettrico alimentato da una batteria da 13 kilowatt, la potenza totale è di 201 CV.

La trasmissione a doppia frizione DSG con cambio diretto ora ha la tecnologia cambio per filo, con il selettore del cambio collegato tramite segnali elettronici.

L’ibrido plug-in Leon è uno dei sei modelli elettrificati che Seat prevede di lanciare all’inizio del prossimo anno.

Si unirà a una versione completamente elettrica della minicar Mii, che sarà lanciata ai concessionari e alla vettura compatta el-Born completamente elettrica, la versione Seat della VW ID3, che dovrebbe essere lanciata entro la fine dell’anno.

Il SUV di medie dimensioni Tarraco avrà una versione plug-in entro la fine dell’anno.

Il crossover ibrido plug-in Cupra Formentor dovrebbe raggiungere il mercato entro la fine dell’anno.



Alcune particolarità sul design della nuova Seat Leon


Seat ha dichiarato di aver investito oltre 1,1 miliardi di euro per la nuova Leon, “principalmente nello sviluppo del veicolo e nel miglioramento degli impianti di produzione“, ha affermato Carsten Isensee, presidente ad interim del marchio.

Il direttore del design Alejandro Mesonero ha dichiarato che Leon è “un veicolo più audace della generazione precedente”.

Seat ha dato a Leon nuove caratteristiche di illuminazione grazie i fari anteriori a LED dell’auto arretrati per dare “un effetto sopracciglio“.

La nuova Leon si basa sulla piattaforma MQB Evo del gruppo Volkswagen, che è anche alla base della nuova VW Golf di ottava generazione.

Un passo più lungo di 50 mm per entrambe le varianti aggiunge più spazio per i passeggeri posteriori.

La capacità del bagagliaio di 380 litri rimane la stessa nella berlina e mentre lo spazio di carico del vagone aumenta di 30 litri a 617 litri.

Le vendite delle Leon in Europa sono diminuite del 3,5% a 137.669 l’anno scorso, secondo i ricercatori del mercato JATO Dynamics.

Le vendite totali europee del marchio sono aumentate del 12 percento a 506.975. La Leon debutterà pubblicamente al salone dell’auto di Ginevra a marzo.

  • Share on Tumblr

Be the first to comment on "La Seat Leon è la macchina più connessa disponibile in commercio"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.