Proprietà auto: lascerà posto all’on-demand

Proprietà auto
Ti piace questo articolo? Condividilo!

La popolarità continuerà a rimanere, ma l’atteggiamento nei confronti della proprietà auto cambierà in modo significativo. A indicarlo il report “The Road Ahead: The Future of Mobility Report” realizzato dal mobility leader Avis Budget Group. I consumatori, si riporta nella ricerca, passeranno ad un modello on demand per la loro modalità di trasporto preferita. La ricerca ha esaminato il panorama attuale e futuro della mobilità in diversi Paesi di Europa e Asia.

Loading...

Proprietà auto: cambia l’atteggiamento

L’82% delle persone intervistate pensa che possedere un’auto sia ancora importante; il 77% ha un’auto di proprietà e circa il 50% considera ancora l’auto come mezzo di trasporto ideale. Tuttavia, questa situazione è destinata a cambiare. Per più di due terzi la piena proprietà non sarà più diffusa per accedere all’auto nei prossimi 10 anni; e oltre la metà (54%) è preparata a rinunciare alla proprietà e affidarsi al noleggio a lungo termine, oppure a servizi on-demand e in abbonamento. Anzi, il 59% degli intervistati ha dichiarato di aspettarsi più servizi in abbonamento e on-demand per le auto e i furgoni nei prossimi anni.

Per quanto riguarda l’Italia, il 92% degli intervistati ritiene importante possedere un’auto e il 90% ha un’auto di proprietà. Ma ben il 71% degli intervistati prende comunque in considerazione l’idea di rinunciare al possesso dell’auto e affidarsi a un servizio di noleggio/abbonamento a lungo termine, a patto che sia pratico e conveniente. E per la stessa percentuale di intervistati (70%) il risparmio potrebbe rappresentare un motivo in più per rinunciare al possesso.

Loading...

Tutto a portata di click

Keith Rankin, President, International, Avis Budget Group, ha dichiarato: “Stimolate dai progressi tecnologici e dall’influenza di servizi come Amazon, Netflix e Spotify, le persone vogliono consumare e accedere a prodotti e servizi con un click.

Il nostro report rivela che stiamo assistendo ad un aumento di questa domanda di accesso immediato e di flessibilità e ad un conseguente cambiamento dei comportamenti riguardanti la proprietà dell’auto. Le nostre partnership, sia con le grandi aziende che con le amministrazioni locali, dimostrano la validità delle collaborazioni all’interno del settore per fornire ai clienti servizi on demand e connessi”.

Loading...

Be the first to comment on "Proprietà auto: lascerà posto all’on-demand"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.