Mazda MX-30: elettrica per chi guida

Mazda-MX-30
Ti piace questo articolo? Condividilo!
Loading...

La prima auto elettrica Mazda di serie, la Mazda MX-30, appena lanciata al Salone di Tokyo, è stata sviluppata per quei clienti che desiderano acquistare un’auto elettrica ma non vogliono sacrificare il piacere di guida.

Con le sue esclusive porte “freestyle”, i materiali ecologici e la batteria di giuste dimensioni che offre un’autonomia di circa 200km, superando così la media giornaliera di 48 km del cliente europeo, la Mazda MX-30 segna un ulteriore passo avanti nell’approccio multi-soluzione di Mazda per ridurre le emissioni, che segue la recente introduzione dell’innovativo motore Skyactiv-X. La vettura, già preordinabile, entrerà in commercio nella seconda metà del 2020.

Mazda MX-30: focus sul conducente

Come ogni altra vettura del marchio, la Mazda MX-30 offre una sensazione di guida molto naturale e reattiva. Accelerando, girando e frenando esattamente come si vuole nelle situazioni di marcia di tutti i giorni. A permettere questo risultato gli innovativi approcci ingegneristici del pacchetto e-Skyactiv. Comprende anche la batteria, che è rigidamente integrata nella struttura della scocca del veicolo, aumentando la rigidità generale della carrozzeria e fornendo un’eccellente risposta alle azioni del conducente.

Inoltre, data l’importanza del suono per la percezione di coppia e velocità da parte di chi guida, gli ingegneri Mazda hanno anche creato all’interno della Mazda MX-30 un sistema audio elettronico, sincronizzato per frequenza e pressione sonora con la coppia del motore elettrico. Tutto ciò ha portato a una migliore percezione delle variazioni di velocità del veicolo per il guidatore. Con conseguente miglioramento della linearità di marcia e comfort di guida, ulteriormente favoriti dall’esclusivo e ampliato sistema G-Vectoring Control (GVC) di Mazda, che sfrutta i vantaggi del motore elettrico (electric G-Vectoring Control Plus).

Design Kodo distintivo

L’abitacolo ha un senso di unicità, a partire dall’apice del montante del parabrezza per arrivare sino al posteriore. Il colore della cornice del tetto rende questa sensazione ancora più evidente. Le porte “freestyle” conferiscono all’abitacolo della Mazda MX-30 una silhouette personale ed elegante, oltre a offrire un accesso più agevole ai sedili anteriori e posteriori.

All’interno abbiamo anche introdotto materiali eco-compatibili e sostituito molte delle parti in vera pelle con un’alternativa vegana. Di origine naturale è anche il sughero adottato per la consolle fluttuante sul tunnel, che offre uno spazio creativo di ricovero per gli oggetti.

Loading...

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Il crossover elettrico MX-30 di Mazda debutta con un pacco batterie piccole

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading...