E-Vai: con Be Charge per la mobilità elettrica lombarda

Ti piace questo articolo? Condividilo!
Loading...

Un progetto innovativo che vede impegnata E-Vai, il servizio di car sharing del gruppo FNM, per sviluppare la mobilità elettrica in Lombardia. Al fianco dell’azienda del Gruppo Ferrovie Nord ci sarà Be Charge, società dedicata alla diffusione delle infrastrutture di ricarica. La collaborazione nasce dall’idea di sviluppo della mobilità elettrica a livello regionale. E-Vai, che si è aggiudicata il progetto europeo I-SharE LIFE, ha previsto la sperimentazione di nuovi modelli di car-sharing in 4 comuni lombardi. Bergamo, Bollate, Busto Arsizio e Como. Inoltre, E-Vai prevede la realizzazione di un sistema che ruoti attorno alla multimodalità nei trasporti. Centrata sulle stazioni ferroviarie di Ferrovie Nord, sempre del Gruppo FNM, (“Progetto Stazioni”). Per sviluppare l’integrazione tra diverse tipologie di trasporto sostenibile, anche attraverso l’installazione in circa 25 stazioni di sistemi di ricarica di veicoli elettrici.

Loading...

Il ruolo di Be Charge

Be Charge affiancherà E-Vai nella sperimentazione di un sistema innovativo di gestione delle colonnine di ricarica e dei relativi spazi. Sia ad uso pubblico che riservata al car sharing E-Vai. L’obiettivo sarà identificare la metodologia più efficace per la diffusione della mobilità elettrica attraverso un’infrastruttura di ricarica capillare. In particolare, la finalità sarà integrare il sistema di gestione della flotta di E-Vai con il sistema di gestione delle infrastrutture di Be Charge. Per consentire un utilizzo al pubblico dei punti di ricarica nei periodi in cui non è prevista la presenza delle auto del servizio E-Vai. Diventando vere e proprie stazioni disponibili per tutti, e l’utilizzo da parte di E-Vai delle infrastrutture pubbliche di Be Charge.

Si parte dalle colonnine di E-Vai 

La sperimentazione dovrà tenere presente la possibile interfaccia con la rete di ricarica E-Vai già esistente (50 colonnine in 42 postazioni in località lombarde), funzionale sia a I-SharE LIFE sia alla stessa sperimentazione sulle colonnine di ricarica. Nell’ambito del progetto, Be Charge procederà all’installazione di nuove infrastrutture di ricarica, All’ottimizzazione del software del sistema di ricarica e allo sviluppo del proprio sistema operativo. Per verificare e raggiungere gli obiettivi posti dalla sperimentazione, ed E-Vai avrà visibilità dello stato delle stazioni di ricarica.

Loading...

Lo sviluppo regionale della mobilità elettrica

Siamo orgogliosi di questa collaborazione – dichiara Paolo Martini, Amministratore Delegato di Be Charge. “attraverso questa innovativo progetto lo sviluppo della mobilità sostenibile in Italia diventa ancora più concreto, e,  grazie alla rete E-Vai, coinvolgeremo altre 20 città della provincia Lombarda. Siamo certi” – conclude Martini – “che otterremo ottimi risultati e che  la mobilità elettrica  possa partire a pieno regime a livello nazionale”. “La sperimentazione che attiviamo in collaborazione con Be Charge offrirà la possibilità di migliorare la gestione dell’infrastruttura di ricarica, ampliando la copertura del servizio in contesti abitativi medio piccoli, come i quattro comuni lombardi individuati dal progetto europeo I-SharE Life”, afferma Augusto De CastroConsigliere Delegato di E-Vai. “Potenziamo così il nostro servizio ai cittadini di car sharing elettrico a diffusione regionale e connesso al sistema del trasporto pubblico che rappresenta un’alternativa più sostenibile, dal punto vista economico ed ambientale, all’uso di un auto privata”.

Loading...

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Mobilità elettrica: decine di milioni di euro, l'investimento di Volkswagen - Il Talots - Blog di Luca Talotta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.